Archivi tag: Yaris Hybrid

angeli custodi

Francesca è in ferie x due settimane e questo mi permette di prendere il viaggio più con calma: suona la sveglia, mi posso girare e rigirare nel letto, fare con calma e partire quando voglio.
Col mio trio medusa all’andata – e, se non riesco a uscire presto, con la Pina al ritorno.
Con tappa colazione compresa, ovviamente.
Oggi non imprecavo dando dell’imbecille e del mentecatto ai miei superiori.
Sopravvissuta anche all’equipe.
E la mia teoria che se si affronta con positività il tutto, la positività stessa si diffonde, funziona davvero.
Non potevo lasciare che Manuela sprecasse la sua pausa pranzo nel tornare a piedi da My Glass, la sono andata a recuperare, apprezzando così anche lei la mia super macchina e abbiamo mangiato insieme.
Daniela (in versione angelo custode) ci ha aspettato e mi informava che le mie ferie sono state firmate!!! e anche il mio rimborso!!!
così non ho potuto non cedere parte del nostro tavolo alle altre due colleghe che non avevano prenotato.
Ci vorrebbe così poco…

Annunci

aperitivo o baby sitter?

“Fammi sapere quando Simone esce che ti passo a prendere”.
Questo era il piano x il sabato orario aperitivo.
Poi mi ha chiamato Giordana che mi ha chiesto se andavo a prenderle i figli all’Assofa.
“Ok, quanti ne devo prendere?”
“Tutti e tre”
Quando è scesa Nico era vestita bene e truccata a puntino.
Le ho spiegato il cambio di programma.
Arrivati là erano chiari i motivi per cui non faccio più volontariato da ormai parecchi parecchi anni.
Spiegato che ero lì solo x prendere i figli di Giordana e non perché avrei ripreso ad andare, merenda e recupero figli.
Nico era furiosa.
In macchina sono stati bravi, intrattenuti dal navigatore e dal bluetooth.
“scaricati” a casa loro, siamo anche riuscite a fare il famoso aperitivo
cafe-blanco[2]

86 mails

Stamattina ero da sola, perché Francesca preferiva andare sola, dato che era incasinata, così dopo il suono della sveglia mi sono attardata sotto il piumone. Sono cmq scesa prima delle 7 e alle 7.34 ero operativa in macchina pronta x il Trio Medusa.
Si parlava del singhiozzo e io non ho potuto non scrivere un sms in cui è indicato il suggerimento di mio marito: “7 minuti senza respirare”. Tra i vari rimedi hanno parlato anche dell’apnea e c’era un riferimento a un marito che consigliava la stessa cosa, non so se parlassero proprio di me o se c’è qualcun altra…
Tappa colazione.
Timbrato alle 8.42; senza il “fuso orario” sarei anche stata puntuale…
Con la collega già decisa la suddivisione natalizia evvai!!! Scritta la richiesta, ora deve solo firmarla il direttore.
L’incontro con il consulente figo poi mi ha aperto discrete porte: intanto il responsabile del procedimento è il direttore e non l’assistente sociale. Poi ovviamente io riesco a fare la mia figura da Bridget Jones facendo saltare x terra il tappino della biro a click che il figo mi ha raccolto e mi ha porto…se, cambiando telefilm, io fossi stata in Ally Mc Beal si sarebbe vista l’immagine di lei che si scavava la fossa con una pala e sprofondava sommersa da tappini…
Giornata intensa e ho pranzato sola.
Chissà se Giovanni rientrerà mai al lavoro o si butterà a tempo pieno a fare il papà…
Giravano già le foto del piccolo e – sempre x incentivare le persone a dirmi che aspettano – io niente.
Non sono riuscita a dire “che bello” dato che non lo penso.
Cioè è veramente brutto, ma so che dei bambini non si può dire che non è politically correct e quindi me ne stavo zitta, fissando le foto. Da vera sfigata.
Che poi va beh a poche ore di vita credo sia impossibile essere belli: sei rosso, visto lo sforzo a uscire, c’è tutto un mondo nuovo da gestire, come fai a essere bello?
Sono riuscita, almeno, a spiegargli perché non riesco a passare in ospedale e pare che io abbia vinto una merenda in casa loro, visto che per farla a casa mia torno troppo tardi.
Anche oggi.

FERRAGOSTO

Dopo un po’ di tira e molla si è capito che Massimo avrebbe lavorato anche il pomeriggio di Ferragosto e da qui la mia decisione di considerarlo un sabato normale.
In realtà poi suo padre era arrivato presto e se non fosse stato che avevo già preso da mangiare, avremmo potuto pranzare a casa insieme, così – diciamo – ho fatto un giro a vuoto in tabaccheria e siam tornati a casa insieme.
Poi però rimaneva il doversi organizzare x la serata.

IMG_0009
La festa in piscina era piuttosto a rischio, visto il brutto tempo, ma non volevo pensare a un piano B senza avere la conferma che mi fosse necessario.
Ma lui alle 17.20 va e io attacco con l’organizzazione: sono bastati pochi sms e la mia serata era già pronta.
Nico, Marcella e Anita, anzi alla fine Anita e Marcella, con un unico grande protagonista: il mio smalto che non si asciugava e la Nico che gestiva perfettamente il mio telefono, i citofoni e i suggerimenti di orari e luoghi.
E così iniziamo con il fantastico spiedino
DSCF4209
in piscina
DSCF4217
e proseguiamo con un bel giretto a Rivergaro tra gelato e chiacchiere
DSCF4220
BUON FERRAGOSTO!

66,7

Non lo so se sarei arrivata prima passando da PC, ma sta di fatto che ho preferito avventurarmi nei traversi: passato il ponte – che così libero giusto solo ad agosto


arrivo in terra emiliana: Castelvetro – Cortemaggiore – Carpaneto – S. Michele – Chiavarini

panorama stupendo

giro al Parco Provinciale Monte Moria
Parco Provinciale Monte Moria
poi ritorno

arrivata in tempo x l’aperitivo con Massimo.