Archivi tag: Scorpione

1/01/2014

1/01/2014

quello che adoro del 1° dell’anno è la grande calma della giornata dopo i festeggiamenti della notte.
At first I was afraid che Massimo volesse non decidere cosa fare per l’ultimo dell’anno visto che nel 2012 era stato chiamato per fare il Dj dopo che ci eravamo già accordati con i nostri amici di Asti.
Così ho gestito la situazione come mio solito “a cazzo” – no, tra i buoni propositi dell’anno nuovo non c’è ovviamente smettere di dire parolacce – comunicando a tutti che se facevano qualcosa in cui io mi potevo aggregare ci sarei stata. Così all’ennesimo auto-invito, Massimo ha avuto qualche ripensamento, proponendomi di prenotare da qualche parte insieme, ma ho rifiutato. So quanto ci tiene.
Così ho deciso in largo anticipo: il 22 dicembre!!! e ciò deve aver portato fortuna: il giorno dopo l’hanno chiamato per lavorare.
E’ stata poi bellissima la pioggia di inviti dei giorni successivi.
Talvolta la solitudine è proprio solo una condizione mentale.
Ho scelto la proposta di Cinzia e Marina. Un po’ a scatola chiusa.
Appena arrivata all’agriturismo “La Costa” a Sariano ho avuto subito la sensazione di una calda accoglienza:

l’albero, il presepe e il camino che ci ha scaldato per tutta la serata

auguri

Abbiamo mangiato e chiacchierato bene.
Poi mi sono svegliata con calma e sono pronta per l’oroscopo !
Devo dire che alla faccia degli scettici sia Astra – di Cinzia – sia Branko, sia Paolo Fox – di Laura – dicevano bene o male le stesse cose.
Peccato che poi la frase che mi è uscita sia stata: “l’astronomia è una scienza esatta!” . . . pare proprio che io non ce la faccia a chiamare scienza l’astrologia, nonostante i miei sforzi.
Mi premeva l’argomento “tempo libero” e . . . merda! qui le previsioni dicono che non si svacca un cazzo e si medita e basta.
Inizio a preoccuparmi x i miei venerdì sera . . . ritengo che la meditazione prolungata sia l’anticamera del suicidio.
Per ora inizio a contrastare il destino avendo accettato l’invito di Ke Trinh per bere l’aperitivo domani, spero in una partecipazione numerosa, in modo da fugare anche x i prossimi giorni il rischio di una eccessiva meditazione.
Poi ha chiamato Rita x gli accordi del car pooling di domani a cui io non parteciperò causa ferie!

Santa Lucia

Nella mia città oggi si festeggia Santa Lucia e i miei, anche da bambina, mi hanno sempre risparmiato la storia dell’asinello, il fieno, i biscotti eccetera, eccetera, oltre allo smacco poi di rendersi conto che non è la Santa che ti porta i doni, ma i genitori.
Se sia un bene o un male per i bambini, ci sono scuole di pensiero diverse e non ho una visone integralista a riguardo.
La cosa che non trovo giusta è incolpare il povero asinello di fottersi il ciuccio e tutto quello che i genitori e/o bimbi perdono. Su questo sì mi sento piuttosto integralista.
Favoletta a parte, in quanto ricorrenza e in quanto onomastico ho sempre ricevuto dei regali.
Alcuni mi sono rimasti molto impressi, come la mia prima trousse di trucchi da adolescente.
In questo periodo sono piuttosto incasinata, tanto da temere di non riuscire a passare dai miei a “riscuotere”, tra la richiesta di risarcimento, il trasloco dell’ufficio, la stanchezza della settimana, il fatto che sono uno Scorpione (cit. Francesca).
Già la giornata non era iniziata bene: ieri, nel fare gli scatoloni, mi sono rotta le unghie di entrambi i pollici e, dopo non averle tagliate, quella del dito destro mi si è strappata, creando un dolore indescrivibile, tanto che poi stamattina ci ho messo tantissimo x prepararmi e sono arrivata in ritardo all’appuntamento del car pooling. Fortunatamente non è un gruppo di persone che spicca x puntualità e ci tolleriamo abbastanza. Ho parcheggiato da Elisa e quindi il trasporto del cartone di oggi è stato più faticoso, vista la strada in più, per poi vedere che di fianco al palazzo comunale ci sarebbe stato un sacco di posto x parcheggiare – almeno non l’ho messa a pagamento come ieri: ma il trucco è: non piangere x le monete che spendi, ma sorridere x il guadagno netto dalla multa (€41multaperdivietodisosta – €3costodidueore’sticazzidueore = €38risparmiati) – arrivata tra i sorrisetti delle persone perché giro con dei cartoni: probabilmente il trasloco a loro non tocca . . . e questo mi preoccupa ancor di più . . . xchè vuol dire che lo farò da sola . . .
ma oggi alle 13.00 sono fuggita perché avevo il pranzo con il car pooling dal nostro adorato Furnasön: mangiato e bevuto bene come sempre, poi sono andata dai miei e Santa Lucia era passata ieri notte x me (si vede che non sa che ho cambiato indirizzo).
La mia organizzazione del venerdì sera poi in realtà non ha funzionato, si vede che senza Elena sono un po’ persa.
“che si dice: stasera mi divanizzo o qualcuno mi offre una valida alternativa?”
macchè!
eh divano fu.

stella, stellina

4815524-stella-arancione[1]

No, nessuna ninna nanna.
Volevo esprimere con questa immagine tutta la mia gioia quando apro il blog e vedo la stellina arancione che significa che qualcuno ha cliccato “mi piace” su qualcosa che ho scritto io.
Ho fin la sensazione che mi sorrida.
Da qui l’immagine scelta.

Gli unici dubbi ce li ho sul fatto che le persone che cliccano “mi piace”, davvero leggano fino in fondo, o forse basta una frase x far decidere qualcuno a cliccare mi piace? O forse cliccano a caso?
Ma allora se scegli il mi piace, significa che tutto il resto non piace?

“Tu ti fai troppe paranoie”. Diceva Roberto qualche mese prima che mi sposassi.
Ed è assolutamente vero.
Potrei andare avanti con tantissime domande riferite all’argomento.

Quindi mi fermo e mi riprometto di limitarmi a godere della bella sensazione che provo al vedere la stellina arancione la prossima volta che dovesse capitare.

Grazie.

37

e così ieri mi è toccato pure compiere gli anni.
Seguendo l’esempio dei miei colleghi cremonesi ho sapientemente preso le ferie.
In realtà ci sono scuole di pensiero che dicono che sia abitudine anche piacentina.
Beh x non sbagliare me ne sono stata a casa.
Figurati se trascorro il mio 37esimo compleanno a farmi dare dei nomi al lavoro, di venerdì poi. Posso tranquillamente rimandare tutti i nomi al lunedì successivo.
Avevo costruito un programmino ad hoc, seppur un po’ in solitaria, ma si vede che mi sento così.
Per non perdere le abitudini ho iniziato subito con alcune chiamate perse, in modo da chiarire che, anche se avessi fatto dei buoni propositi, sicuramente non c’è quello di sentire il telefono.

1) colazione con Nutella (quella a cui poi attaccherò l’adesivo con il mio nome) insieme a Massimo;

images[1]

2) Beautiful su La 5. Trasmettono le puntate dopo la 5500 (Phoebe era morta quest’estate) : c’era una Taylor bellissima, l’altro Rick, ancora + odioso di quello dell’inizio e di adesso e l’altro Thomas, meno figo se vogliamo, ma con il suo perché. Oltre alla fantastica Bridget. Massimo dice che l’attrice per forza ha fatto quel ruolo minchione (“ruolo minchione” lo dico io) in True Blood, visto come la trattano in Beautiful.

3) parrucchiera: colore e piega. Non sono andata da Erika top style, ma vicino a casa mia. Colpo di scena, mi ha fatto il nero che volevo io!!! visto che l’ultima sua collega diceva che mi sbatteva troppo.

4) pranzo leggero: tra gli obiettivi della giornata non c’era sicuramente quello di ingrassare . . .

5) grotta di sale:

IMG_6275[1]
direi decisamente sopravvalutata.
Ne avevo sentito parlare talmente tanto dalle mie colleghe che era già da un po’ che ci volevo andare. Peccato che ad agosto (quando avrei avuto tempo) si sono fatti 1 mese di ferie . . . e ora che ci rifletto su l’idea del blog deve giusto essermi nata in quel periodo.
ero da sola, mi aspettavo una cosa diversa, mi sembrava umido e non è che mi abbia poi giovato così tanto per la respirazione. Però interessante tutto il discorso che fanno anche i massaggi. Ci penserò.

6) spesa

7) aperitivo all’Aris

lampadario[1]

8) regalo valigia rossa

images[1]

Il tutto condito da una pioggia battente che non ha mollato x quasi tutto il giorno e soprattutto dai messaggi di auguri: chi non si dimentica mai, chi si dimentica sempre, chi non pensavo si sarebbe ricordato, chi pur ricordandosi sceglie il silenzio e chi si è ricordato il giorno dopo, ma che ho comunque ringraziato con gran piacere.

S. Omobono

Ma che bella idea festeggiare il patrono al 13 novembre, due giorni prima del mio compleanno.
Nel riflettere se sia meglio il 4 luglio Sant’Antonino a PC, il 24 giugno San Giovanni a Castel San Giovanni (PC) o il 13 gennaio Sant’ Ilario a PR, intanto mi godo la giornata di oggi.
Tra l’altro nei primi anni di lavoro mi erano capitati i patroni in domeniche e sabati ed ero convinta di aver addosso una sorta di sfiga antipatrono.
Anche l’aver festeggiato il primo girando x le bancarelle vestita da clown, a seguito della perdita di una scommessa, aveva contribuito a forgiare questa idea.
Essendomi poi “stabilizzata” in uno stesso posto, adesso è da un po’ che riesco a festeggiarlo. Anche se non so se si celebra il giorno della nascita che trovo più corretto e quindi ciò significherebbe che questo tizio ero scorpione come me, oppure il giorno della morte.
Quest’anno però è la prima volta che ponteggio con il giorno del mio compleanno.
Vediamo se si rivelerà una scelta azzeccata o meno.

dolcetto

Forse ce l’ho fatta a invertire la tendenza negativa.
Elisa è tornata dal viaggio di nozze in Australia e abbiamo ripreso con il car pooling a pieno regime, tra l’altro ringalluzzita dalla vacanza autunnale mi è davvero superpuntuale ultimamente. Viaggiare in di + è + complesso, ma avendo lei, tra l’altro, anche l’opzione parcheggio interno, direi che risparmiamo giri inutili e patemi x eventuali multe nei luoghi di parcheggio con la segnaletica stradale un po’ dubbia (=multa certa).
La tappa colazione con saccottino al cioccolato rimane fissa e così può iniziare bene la giornata!
La scoperta che anche il nostro barista preferito è uno Scorpione, è stata solo la conferma del perché c’è tutto questo feeling.
Nonostante il carico di lavoro numeroso e complesso, i vari dissidi con colleghi e superiori, le relazioni sono quasi tutte state inviate con successo e vedo un po’ di luce in fondo al tunnel.
Poi è tornata Cecilia dalla maternità che con la sua dolcezza e la sua disponibilità dà sicuramente un respiro diverso al lavoro, seppur duramente criticata x essere rientrata subito dopo l’obbligatoria.
D’altra parte mi pare proprio di aver messo il punteggio più alto nella domanda del questionario relativa al “pettegolezzo”.
Con Yoga proseguirò anche a novembre, nonostante abbia assistito mercoledì scorso all’espulsione di una ragazza che rideva. C’è un po’ di integralismo in questa disciplina e nel silenzio, nella rilassatezza, nell’incenso e nella musica, la mia mente vagava sulla possibilità che se al posto di essere un’insegnante seria e preparata fosse una cialtrona qualsiasi sarebbe semplice per i partecipanti al corso cascare nel plagio della mente.
Il simpatico invito alla festa di ieri mi ha fatto tornare indietro a quando ero adolescente, brave queste girls ad addobbare tutta la casa in questo modo così spaventevole, unico appunto: sono finita in compagnia di gente un po’ troppo analcolica, vergognatevi! ma il racconto del loro viaggio in Giappone e delle loro avventure estive condite da estro e creatività anche nella rilassatezza della campagna ha ben bilanciato.
Oggi ho risolto la questione relativa all’assicurazione professionale. O meglio: Massimo è andato a farmi il bonifico, Massimo mi ha aiutato con lo scanner, Massimo mi ha suggerito come allegare quei file così pesanti: e quindi IO ho risolto.
E poi, colpo di scena: quei cazzo di banner di merda sono scomparsi dal mio computer, stavo diventando scema!
Oltre al successo principale essere riuscita a guardare Beautiful in tv: è tutta un’altra cosa che dal video del computer!

nome

In questo periodo un po’ difficile, con il timore che il week end non basti nemmeno x ristabilirsi e tutte le paranoie che ritornano, nemmeno facessi parte degli adolescenti, con la testardaggine di non voler ammettere quello che non va, il voler negare che anche a me l’autunno fa cagare anche se tento di dire di no xchè è il periodo in cui compio gli anni e da buon Scorpione non sia mai, dire una nefandezza del genere, tento di ripartire da quello che c’è (visto che ripartire da quello che non c’è, non è proprio possibile) : ho un nome sufficientemente comune da essere sugli adesivi della nutella!
Grazie.