Archivi tag: la volpe e l’uva

Farò un pigiama party.
Da sola.”

Nico.

 

Fortunatamente invece siamo uscite x ri-festeggiare il suo compleanno.
Giretto in centro, dove hanno aperto
H&M
vestiti fatti in Bangladesh con materiali impronunciabili…e ‘sto giro non è la volpe e l’uva perché di sopra c’erano anche le taglie + da ciccione.
All’Aris non c’era posto e siamo andate al K2 a fare l’aperitivo.
K2
Dove ci hanno raggiunto Marianna e Anita.
Siam finite al

dove ci ha raggiunto Elena e poi siamo finite alla
birreria Prosit
dove suonava Massimo.

Annunci

vigilia

essendo da sola nell’andare al lavoro me la sono presa con comodo: sveglia alle 7 e preparazione lenta.
la prima bella sorpresa fu il bar aperto: nonostante mi aspettassero giorni impegnativi dal punto di vista mangereccio, come si può rinunciare al saccottino al cioccolato?
e da sola riesco meglio a fare due chiacchiere con Stefano che regala anche delle perle:
“dicono che si hanno i clienti che si meritano”
sorpresa un po’ meno bella invece il bidone di Cecilia, ma comodo visto che non avevo voglia di andare da lei (direbbe la volpe).
In ufficio eravamo in pochi e io sono riuscita a fare qualcosina.
E non mi riferisco al the di metà mattina con Giovanni.
Ho anche scritto alla mia collega che in ufficio riusciamo a fermarci noi e di pensare ai suoi cari e ho vinto un sentito: “grazie di cuore”
Alle 12.00 spaccate siamo fuggiti ! ! !
“mi hanno rilasciato”
ho mandato un po’ di sms di auguri
Massimo mi aveva gentilmente aspettato x mangiare
e poi abbiamo farcito i nostri fantastici panettoni gastronomici.
Per quanto riguarda il pomeriggio avrei sicuramente potuto gestire meglio il mio tempo al posto di imbottirmi di episodi di B&B.
D’altra parte la sfida con il sito che pretenderebbe di non farmi vedere gli episodi in lingua originale x me è troppo avvincente.
Purtroppo (o pultroppo) mi sono impigrita e non ho seguito il consiglio di raggiungere Massimo all’aperitivo.

inizia la malinconia natalizia…

Quo Vadis

Ieri giretto in centro. Effettivamente questi tre gg di festa ti permettono di fare tutto con + calma. E se chiedessi un bel part time x non lavorare mai al venerdì? a parte gli € in meno in busta paga con, presumibilmente, la stessa mole di lavoro, poi finirei con il non apprezzarlo + (come direbbe sempre la famosa volpe).
Dopo aver resistito a non acquistare nulla da Tiger, dopo aver saltato tutti i bar che fanno ricchi aperitivi, mi è venuto in mente che poteva già essere il momento di acquistare l’agenda 2014.
Dopo il primo anno di lavoro che, iniziando il 1° luglio ne avevo recuperata una un po’ minkiona, dopo gli anni ancora con la Smemoranda (anche se non capisco come mai i colleghi non ti scrivono le dediche sull’agenda del lavoro, come invece si faceva alle scuole medie e alle superiori: questi adulti non capiscono davvero un cazzo…) finalmente ho trovato l’agenda settimanale che fa per me. Era quella usata da Federica con cui “non sembrava neanche di lavorare”. L’ho trovata pure scontata e della linea equology, anche se le pagine mi sembrano un po’ troppo bianche.
Non vedo l’ora di inaugurarla!

mobilità ASL

L’apertura di un bando di mobilità nel periodo di ferragosto era già abbastanza sospetta.
Il fatto che nessuno avesse voluto informarmi della sua esistenza, pure.
Effettivamente chi si è fatta 3 settimane di ferie consecutive ad agosto sono stata io e, avendo già trascorso la settimana di ferie di giugno a decidere se tornare a lavorare a Parma o meno, probabilmente avrei messo a dura prova la pazienza di Massimo, se avessi pure trascorso le vacanze di agosto a decidere se iscrivermi alla mobilità o meno.
Quindi è stato meglio così, come avrebbe detto anche la volpe all’uva nella famosa favola di Fedro (pare proprio che NON fosse davvero acerba l’uva incriminata).
E quindi al ritorno al lavoro apprendo di questo bando, già scaduto, per ben DUE posti, e penso che, coprendo in questo modo la pianta organica, io non avrò mai l’opportunità di tornare a lavorare lì.
Per sempre.
Passata velocemente la prima fase di NEGAZIONE, in cui pensavo che non avrebbero mai potuto assumere due persone, al massimo una e quindi sarebbe poi rimasto un posto libero, sono giunta alla fase migliore e cioè quella della RABBIA, in cui me la sono presa con persone a caso xchè non mi avevano avvisato, accusando più o meno esplicitamente di mentirmi sul fatto che conoscessero il risultato, la DEPRESSIONE è durata poco, o meglio, essendo una fase in me abbastanza permanente, non ci si accorge tanto della differenza con la “normalità”. L’unico COMPROMESSO che sono riuscita a ben considerare è stato quello che se lei (una delle mie tre colleghe d’ufficio) vinceva la mobilità dell’ASL, me la sarei levata dai coglioni!!!
E così dopo che dal 3 ottobre ogni giorno cambia umore e prima positivo xchè ha fatto bene la prova ed era già ai festeggiamenti, poi negativo xchè l’hanno accusata di sapere già che sarebbe stata presa lei (ma chissà come mai) e poi ancora più negativo xchè adesso saltava fuori che solo perché l’hanno tanata che era la prescelta, allora non l’avrebbero scelta e sarebbe rimasta sempre da noi, eccetera, eccetera, oggi finalmente l’ACCETTAZIONE: quando l’ufficio personale le ha telefonato per comunicarle la lieta notizia (+ x me che x lei, ormai), non ho potuto che complimentarmi.
Mi auguro che non la sostituiscano, xchè qui è un attimo passare dalla padella alla brace.