Archivi tag: giovedì

ferie residue

diciamo che le mie ferie sarebbero potute andare decisamente meglio: inizialmente credevo che fosse un malessere dovuto all’inevitabile sbroccamento dei 40 o alla solitudine o al brutto tempo che non mi permette di realizzare i miei programmi @ piscina, o al mix di tutto ciò.
Probabilmente invece è solo il ciclo che dopo mesi di assenza, torna, chiedendo il conto.
Non sono così KO da rifiutare gli inviti, però.
E quindi venerdì mi sono aggregata a Marianna nella sorpresa da fare @ Anita x interrompere lei e Vivi dallo studio, dopo ho passeggiato un po’ con Bea.
Alla sera festa delle ciliegie a Villanova.
Sabato abbiam detto di sì a Sara x il rugby insieme al suo gruppo di amici.
Domenica ho fatto ape con Elena.
Lunedì ho inventariato le calzature e sto prendendo un’importante decisione sul NON acquisto di ulteriori scarpe/sandali (sto proprio male) e finalmente ho scelto lo smalto estivo
DSCF4895
alla sera siamo andati a Roncarolo.
Martedì mi sono alzata anche a un orario decente, ma non sono riuscita a uscire (e quindi Massimo mi borbottava contro) e mi sono rimbecillita davanti al computer…
Mercoledì abbiam smuffato casa ed è stato abbastanza di soddisfazione, al pomeriggio Anita e Marianna e io abbiam preso coraggio e siamo andate in piscina alla Farnesiana.
Giovedì ho preso un fantastico costume nuovo!!!
e alla sera siam stati temerari e siamo andati a Guardamiglio a mangiare le salamelle.
Venerdì ho ultimato gli acquisti x il mare di luglio al Cad e abbiam cenato alla Besu.
Sabato senza Simo, programma classico – anche se il ritardo di A. ha rischiato di compromettere seriamente l’andamento del week end.
Domenica abbiam fatto un giro sulle bancarelle a San Nicolò, poi ape con Elena e i nostri fantastici polli
IMG_0151
E lunedì, finalmente dopo la visita ho azzardato la mia piscina a San Fiorano, con anche l’acquagym e alla sera, x cercare di riacclimatarmi al lavoro, festa a Caorso, che è di strada…

latte di riso

Gelateria-Principe

Giovanni mi aveva suggerito di chiedere qui, ma non intendendosene troppo di cibi dietetici, non garantiva nulla.
L’uscita presto dal lavoro e il super caldo di ieri mi avevano motivato a fermarmi in gelateria.
La ragazza è stata super carina: io le avevo chiesto se avessero il gelato senza latte e lei mi ha spiegato i gusti alla frutta, i gusti fatti col late di riso e mi ha nominato il fondente: “ma potrebbero essercene delle tracce”.
Ho assaggiato un simpatico fior di latte col cacao che potrà fungere da gelato x l’estate prima di andarmene in piscina!!!

the colesterolo suicide

Ho approfittato della mia settimana di ferie (ancora residue del 2015) x andare anche dal medico, teoricamente solo x farmi prescrivere una visita specialistica, ma poi lui mi ha ficcato anche gli esami del sangue e delle urine (come a un tossico qualsiasi).
Ho il colesterolo.
Sono rovinata.
Mi posso suicidare quando voglio.

Sazzi

Quando Silvia mi aveva portato i suoi saluti, avevo avuto la conferma che siamo ancora legate. E’ una piccola cosa, ma se non fosse stata sentita non l’avrebbe fatta.
Io sono affezionata alla mia ex collega, ma non so mai lei a che punto sia.
Ritengo che sia stata così tanto ferita dalla vicenda che se vorrà mantenere i rapporti con me ne sarò lieta, ma se un giorno non volesse più, capirei.
Io ci sono.
E lei lo sa.
Era da tanto che non ci vedevamo e a un certo punto mi arriva un suo sms x vederci a pranzo.
Così siam finite al bar della biblioteca.
Con un buon rosso e tante chiacchiere.
Adesso lei lavora all’Ordine dei medici e si occupa dei procedimenti disciplinari.
E’ riuscita a dire che la ruota gira.
Io lo sapevo già.

corso di cucina

non mi sono ancora iscritta.
Nel senso che non l’ho ancora cercato.
Fortuna che ho il marito super cuoco
DSCF4653
e che le mie amiche credono che io sappia fare il tiramisù.
“Se avessi tempo lo farei io” – disse la mia amica che lavorerà credo al massimo tre ore al giorno.
“Dai lo faccio io, allora!”
“Sì che bello!”
DSCF4652
ed è così che accade: qualcuno ci crede e diventa realtà.
Voto di Simone: 10
Gabriele ha fatto il bis e voleva fare il tris.

auguri @ Food Art

food-restaurant-
Ovviamente la più lontana è la prima ad arrivare…
Nei piani iniziali pensavo di parcheggiare a casa e raggiungere il posto in bici.
Poi il brutto tempo mi aveva fatto rivedere i miei programmi e ho iniziato a valutare dei parcheggi lontani.
Effettivamente non conoscevo la situazione parking alla Vigilia di Natale in centro, ma ho pensato che ormai temprata dagli svariati Km a piedi dovuti al car pooling, qualsiasi distanza mi avrebbe fatto un baffo.
Mi sono pure fermata nel bagno dell’ospedale durante il tragitto.
Arrivata per prima mi accomodo e con calma arrivano tutte.
Pranzato bene, chiacchierato meglio e ‘sto giro sapevo che avrebbero avuto dei regali e ce li avevo anch’io!!!
Al momento di pagare salta fuori l’argomento case/inviti e a me viene da piangere perché spiego della questione muffa.
Vivi mi ha accompagnato all’auto e mi ha dato ottimi consigli per debellarla, tra cui uno un po’ estremo: “ti presto Matteo”.
X ora proverò da me.