Archivi tag: bici

notte blu

yoga della risata
ho ritentato di uscire da sola perché c’era questa cosa che mi poteva interessare…
non mi ha convinto del tutto il fatto di ridere senza motivo, però mi incuriosisce.
Dopo cena poi Elena mi è passata a prendere, giro in centro e laghi…sul finire
laghi

Annunci

festa del gelato

Non sono brava a fare le cose da sola.
Il concerto di Noel è ancora lontano, per intenderci.
Effettivamente avevo delle alternative in compagnia, ma inizialmente ho pensato che la festa del gelato in solitaria si conciliasse meglio con il mio aperitivo dopo.
Avrei potuto anche andare a prendere il sole con Elena, ma non sono ancora pronta al sunbathing.
Così finiti due lavori in casa, dopo aver cincischiato un po’ davanti al computer, mi sono preparata x andare in piazza con l’idea di documentarmi su quale tipo di gelato potrò mangiare quest’estate.
festa gelato 2016
il troppo caos però non mi ha permesso di ultimare il mio programma, ho fatto un giro in centro x negozi x guardare se ci sono dei costumi mutandosi e poi me ne sono tornata a casa.
Ho anche evitato lo sguardo di alcune persone che non gradivo incontrare, cosa che non è da me, ma volevo evitare che mi chiedessero cosa ci facevo da sola, o peggio che stentassero a capire chi sono.
Farò altri esperimenti sperando in un successo maggiore.
L’aperitivo invece non è andato male: c’erano anche degli stuzzichini non completamente nocivi x il mio colesterolo alto.
Ritual
Ci siamo aggiornate sulle ultime cose, dopo il funerale.
La situazione con le sue (future ex) amiche è in peggioramento.
Mi ricorda me 10 anni fa.
Non va bene nulla: quando la escludono perché la escludono, quando la contattano non va bene lo stesso, perché vuol dire che sono false.
“Ti faccio leggere il biglietto”.
Mi aspettavo qualcosa ad alto livello caustico e invece NULLA. Un biglietto augurale scritto a mano, magari un po’ infantile, ma non certo offensivo.
Non c’è possibilità: se le relazioni sentimentali e amicali vanno così tutte in vacca, allora capisco chi “si chiude” nella propria famiglia ristretta (o allargata) e rimane lì, parando i colpi che arrivano dall’esterno, richiudendosi sempre di più.
L’unica lezione che posso imparare è quella di non offendersi se le cose non vanno come si vuole, con un atteggiamento positivo ci si allontanerà meno, ma questo poi cozza col non tenersi tutto dentro che poi si implode.
Respira.

Festa di primavera

festa di primavera
Nella pigrizia della domenica non potevo però non fare un giro sulla fiera, sapendo che, avendo Roby e Maura la bancarella, sicuramente avrei beccato qualcuno.
E infatti così è stato.
Con doppia tappa merenda
@ Ma Maison
dove si parlava di programmi televisi
“a me piace anche il programma dopo the big bang theory”
“come si chiama?”
“UNDATEBLE”
“Che sarebbe?!”
“Non so…io lo traduco con INAPPUNTAMENTABILI”
usare le stesse parole mi lascia senza parole
nonché @ Galetti
G(f)aletti
anche se l’ho affrontato con una puntina di amarezza dopo aver visto i miei ex amici col cane, perché io stupidamente da qualche parte credo che torneremo a essere amici: convinzione del tutto infondata, ma io lo credo cmq.

sbaracco

sbaracco 2016
ultimi saldi…io dovevo assolutamente attenermi allo shopping visivo…
e quindi ho accolto con piacere il programma di Anita
logo_alphaville
giro in centro e – ovviamente – merenda
G(f)aletti
commentavamo anche la scenata di ieri – visto che li abbiamo beccati tutti in giro – separatamente.
Lite tra amici: inserita tra le inevitabili cose della vita.
Peccato, però.
Io e io miei tempi lunghi di elaborazione non ci siamo ancora del tutto ripresi da quella di 10 anni fa.

mobilità pc

Manu era stata carina ad informarmi di questa mobilità.
Serviva il nullaosta firmato.
Dopo la figura di merda che mi aveva fatto fare qualche giorno prima sono andata subito dal direttore a chiederglielo.
Me l’ha firmato.
Kokka o non ti voglio + tra le palle?
Non importava.
Contava che avrei potuto iscrivermi.
E così ho fatto.
Poi ho passato tutta l’estate a dire “devo decidere cosa studiare” e a guardare la pec x vedere quando era la data.
Passata l’estate non avevo ancora deciso… e quando la Manu mi ha informato che c’era la data…era già tardi…ero già nella merda!!!
Ho studiato/letto qualcosa.
I miei colleghi da una parte i facevano l’inboccaallupo e dall’altra credo che sperassero che mi andasse male.
Qualcuno mi ha detto “se è quello che vuoi”.
La sera prima ho fatto un incubo che certificava tutta la mia inadeguatezza.
Il giorno del colloquio sono andata in bici e pensavo che bello sarebbe poter sempre andare al lavoro in bici.
Purtroppo il mio esame è andato male.
CI HANNO BOCCIATO TUTTE!!!
Niente bici, niente PC.
Si torna (in car pooling) a cremona con le pive nel sacco.

matti da galera

Matti da Galera-
X valorizzare questo quartiere ghettizzato, sono un paio d’anni che c’è questa manifestazione.
Lo scorso anno al sabato sera avevamo mangiato alla Luppoleria il fish and chips, ma x quest’anno avevamo in mente di buttarci sul polletto e c’era anche una fantastica tagliata


Alla domenica poi c’era Roby con la bancarella

la tenevamo come base x fare un giro avanti e indietro; carina Anita che parlando delle prossime domeniche propone: “teniamo un high profile…”
e l’immancabile pensiero condiviso da tutte quando vediamo le manifestazioni “dedicate” ai bambini: “devo farmi prestare dei figli da qualcuno”.

come Patch Adams

inizialmente pensavo di andare a sentire un intervento alle 17.00, ma come rifiutare l’invito di Marianna ad andare da Tiger ?
tiger logo
inizierà a fare volontariato all’ospedale e cercava un naso rosso.
Il problema è che da Tiger non c’era . . . dove trovare un naso rosso da clown a Piacenza?!
ovviamente da Sgorbati!!!
http://www.sgorbati.biz
affaticate dalla ricerca – visto che prima di approdare lì l’abbiamo chiesto in ogni cartoleria/edicola – ci siamo meritate un bell’aperitivo da Martino
Panta rei

FESTIVAL DEL DIRITTO 24-27 settembre 2015

E anche quest’anno la città di Piacenza ha ospitato il festival del diritto – per la 8° edizione
gH5YRos-[1]
tema: FUTURO
E anche quest’anno ho scoperto quanto la mia ignoranza sia sconfinata.
Massimo lavora e io mi sono addentrata nelle varie conferenze da sola.
Sono partita dai rifiuti:
ZERO WASTE

da quello che ho capito il principio è questo: se non si recupera, se non si ricicla, se non si composta, NON si produce.
Ok.
Non ce la possiamo fare.
Basta solo dire che dopo questo incontro c’era un super aperitivo…servito in piatti di plastica…eh no, allora mi sa che non ci siamo capiti…
Massimo mi ha raggiunto e dopo un piccolo ape abbiam cenato in piazza dei mercanti


con bel NO COMMENT sul piatto vegetariano, ma va?!
Poi Massimo ha voluto fermarsi a vedere le danze sotto i portici.
Il giorno dopo sono partita dura sul gambling, è stato spiegato in modo abbastanza chiaro come il gioco d’azzardo sia comunque la conseguenza dello sfascio economico e della disperazione delle persone e poi si è parlato del fondo antiusura, di cui io, nella mia sconfinata ignoranza, ne ignoravo, appunto, l’esistenza.
L’altro intervento era sul come il linguaggio abbia una stretta correlazione sulla violenza di genere e la relatrice http://www.chiaracretella.it mi ha molto appassionato.
Per cena ci siamo buttati non più sul vegetariano – ma và?!

e poi dopocena c’era Cinzia che ballava il tango sotto i portici

Sabato sera invece abbiamo sentito i Tasti Neri

Domenica poi ho ascoltato la questione delle unioni civili; a Parma hanno il registro in Comune. Noi siamo dei trogloditi.
E’ sempre tutto molto interessante e ne varrebbe la pena anche solo x vedere gli splendidi palazzi di Piacenza
DSCF4451
e x i messaggi appesi in piazza:
DSCF4437