Archivi tag: amicizia

ferie residue

diciamo che le mie ferie sarebbero potute andare decisamente meglio: inizialmente credevo che fosse un malessere dovuto all’inevitabile sbroccamento dei 40 o alla solitudine o al brutto tempo che non mi permette di realizzare i miei programmi @ piscina, o al mix di tutto ciò.
Probabilmente invece è solo il ciclo che dopo mesi di assenza, torna, chiedendo il conto.
Non sono così KO da rifiutare gli inviti, però.
E quindi venerdì mi sono aggregata a Marianna nella sorpresa da fare @ Anita x interrompere lei e Vivi dallo studio, dopo ho passeggiato un po’ con Bea.
Alla sera festa delle ciliegie a Villanova.
Sabato abbiam detto di sì a Sara x il rugby insieme al suo gruppo di amici.
Domenica ho fatto ape con Elena.
Lunedì ho inventariato le calzature e sto prendendo un’importante decisione sul NON acquisto di ulteriori scarpe/sandali (sto proprio male) e finalmente ho scelto lo smalto estivo
DSCF4895
alla sera siamo andati a Roncarolo.
Martedì mi sono alzata anche a un orario decente, ma non sono riuscita a uscire (e quindi Massimo mi borbottava contro) e mi sono rimbecillita davanti al computer…
Mercoledì abbiam smuffato casa ed è stato abbastanza di soddisfazione, al pomeriggio Anita e Marianna e io abbiam preso coraggio e siamo andate in piscina alla Farnesiana.
Giovedì ho preso un fantastico costume nuovo!!!
e alla sera siam stati temerari e siamo andati a Guardamiglio a mangiare le salamelle.
Venerdì ho ultimato gli acquisti x il mare di luglio al Cad e abbiam cenato alla Besu.
Sabato senza Simo, programma classico – anche se il ritardo di A. ha rischiato di compromettere seriamente l’andamento del week end.
Domenica abbiam fatto un giro sulle bancarelle a San Nicolò, poi ape con Elena e i nostri fantastici polli
IMG_0151
E lunedì, finalmente dopo la visita ho azzardato la mia piscina a San Fiorano, con anche l’acquagym e alla sera, x cercare di riacclimatarmi al lavoro, festa a Caorso, che è di strada…

Ns Signora di Lourdes

Se avessi mangiato solo la picula sarebbe andata bene rispetto al mio colesterolo alto.
DSCF4840
Ma non ce la posso fare…
DSCF4894
Al venerdì hanno fatto una scappata le mammette e sul tardi Elena ed Elisa.
Sabato Massimo mi ha smollato lì dopo 11 minuti…x fortuna mi ha affidato a Cinzia e Marina.
Il pranzo domenicale è stato altrettanto rapido
DSCF3821
e a cena poi c’erano anche Marianna & co.

festa del gelato

Non sono brava a fare le cose da sola.
Il concerto di Noel è ancora lontano, per intenderci.
Effettivamente avevo delle alternative in compagnia, ma inizialmente ho pensato che la festa del gelato in solitaria si conciliasse meglio con il mio aperitivo dopo.
Avrei potuto anche andare a prendere il sole con Elena, ma non sono ancora pronta al sunbathing.
Così finiti due lavori in casa, dopo aver cincischiato un po’ davanti al computer, mi sono preparata x andare in piazza con l’idea di documentarmi su quale tipo di gelato potrò mangiare quest’estate.
festa gelato 2016
il troppo caos però non mi ha permesso di ultimare il mio programma, ho fatto un giro in centro x negozi x guardare se ci sono dei costumi mutandosi e poi me ne sono tornata a casa.
Ho anche evitato lo sguardo di alcune persone che non gradivo incontrare, cosa che non è da me, ma volevo evitare che mi chiedessero cosa ci facevo da sola, o peggio che stentassero a capire chi sono.
Farò altri esperimenti sperando in un successo maggiore.
L’aperitivo invece non è andato male: c’erano anche degli stuzzichini non completamente nocivi x il mio colesterolo alto.
Ritual
Ci siamo aggiornate sulle ultime cose, dopo il funerale.
La situazione con le sue (future ex) amiche è in peggioramento.
Mi ricorda me 10 anni fa.
Non va bene nulla: quando la escludono perché la escludono, quando la contattano non va bene lo stesso, perché vuol dire che sono false.
“Ti faccio leggere il biglietto”.
Mi aspettavo qualcosa ad alto livello caustico e invece NULLA. Un biglietto augurale scritto a mano, magari un po’ infantile, ma non certo offensivo.
Non c’è possibilità: se le relazioni sentimentali e amicali vanno così tutte in vacca, allora capisco chi “si chiude” nella propria famiglia ristretta (o allargata) e rimane lì, parando i colpi che arrivano dall’esterno, richiudendosi sempre di più.
L’unica lezione che posso imparare è quella di non offendersi se le cose non vanno come si vuole, con un atteggiamento positivo ci si allontanerà meno, ma questo poi cozza col non tenersi tutto dentro che poi si implode.
Respira.