Archivio mensile:aprile 2016

week end lungo

Il lunedì festivo è una gran cosa.
13062436_10154044480107649_3911291271154872888_n[1]
Siamo partiti già dal venerdì sera con l’immancabile giro al mercatino europeo a Roveleto di Cadeo.
A testimonianza del mio gyros pita utilizzerò un’immagine di repertorio, visto che non ho fotografato quello di venerdì


Massimo poi andava a suonare e io mi sono aggregata a Elena ed Elisa.
Siamo finite alla Chiesetta, locale di moda del momento.
La chiesetta
Mi piacciono queste ragazze: con loro non si parla di telefonia, ma ci si può spingere anche su argomenti più strong.
Ho illustrato loro il mio progetto di decremonesizzazione e comunque devo ricordarmi di non lamentarmi che i pendolari su Milano sono e saranno sempre messi peggio di me.
Poi abbiamo raggiunto le altre loro amiche
Viola Valentino
Non ho più il fisico per fare tardi…
L’indomani mi sono svegliata presto x fare gli esami del sangue e quando sono tornata a casa, visto che Massimo era ancora a nanna, sono tornata a dormire.
Puntata con proposta di matrimonio STEAM inclusa e immancabili lavori di casa.
E alla sera primo spiedino della stagione
IMG_0133
Domenica pranzo al Gigante…non ce la farò ad abbassare il colesterolo…
due bucati a casa e sono tornata x Cristina

aperitivo al Sottocoda
e alla fine compleanno Christiania
Christiania
Poi lunedì ancora mercatino, sia di giorno che di sera intervallato da un po’ di shopping.
Pare che non sia stata chiara su quello che posso e non posso mangiare.
Ti ho potato a casa un po’ di torta:
IMG_0136
Consoliamoci con l’argentino (anche se ben poco europeo)
IMG_0138

Annunci

41 mail

sì insomma…nemmeno 1000…e taglio della testa (mia) rimandato.
Un po’ di pasticci, ma questo è il mio lavoro.
Invece pesano: 1 arresto e 1 morto (merda)

I viaggi con Francesca invece bene, anche se ho dovuto chiarirle che essendo solo in due non è più gruppo AMA, ma colloquio individuale…mi spiace x lei…

Festa di primavera

festa di primavera
Nella pigrizia della domenica non potevo però non fare un giro sulla fiera, sapendo che, avendo Roby e Maura la bancarella, sicuramente avrei beccato qualcuno.
E infatti così è stato.
Con doppia tappa merenda
@ Ma Maison
dove si parlava di programmi televisi
“a me piace anche il programma dopo the big bang theory”
“come si chiama?”
“UNDATEBLE”
“Che sarebbe?!”
“Non so…io lo traduco con INAPPUNTAMENTABILI”
usare le stesse parole mi lascia senza parole
nonché @ Galetti
G(f)aletti
anche se l’ho affrontato con una puntina di amarezza dopo aver visto i miei ex amici col cane, perché io stupidamente da qualche parte credo che torneremo a essere amici: convinzione del tutto infondata, ma io lo credo cmq.

Festival della creatività contemporanea

PARMA Festival della Creativita’ Contemporanea
ovviamente a me non interessava né il festival né tantomeno la creatività, ma la gita a Parma sì!
Marianna avrebbe preso su lei l’auto e avremmo visto anche Leti.
Peccato aver preso solo un thé nella super pasticceria.
Invece sono state carine nel lasciarsi convincere ad andare all’università
Unipr
no, nessuna tornerà a studiare, ma rivederla è stato carino.
Rifare le scale.
Fare una foto davanti alla porta.
Dire che era un peccato che la porta era chiusa sennò si sarebbe potute entrare dentro e abra cadabra: la porta era aperta!!!