Archivi giornalieri: 13 dicembre 2013

Santa Lucia

Nella mia città oggi si festeggia Santa Lucia e i miei, anche da bambina, mi hanno sempre risparmiato la storia dell’asinello, il fieno, i biscotti eccetera, eccetera, oltre allo smacco poi di rendersi conto che non è la Santa che ti porta i doni, ma i genitori.
Se sia un bene o un male per i bambini, ci sono scuole di pensiero diverse e non ho una visone integralista a riguardo.
La cosa che non trovo giusta è incolpare il povero asinello di fottersi il ciuccio e tutto quello che i genitori e/o bimbi perdono. Su questo sì mi sento piuttosto integralista.
Favoletta a parte, in quanto ricorrenza e in quanto onomastico ho sempre ricevuto dei regali.
Alcuni mi sono rimasti molto impressi, come la mia prima trousse di trucchi da adolescente.
In questo periodo sono piuttosto incasinata, tanto da temere di non riuscire a passare dai miei a “riscuotere”, tra la richiesta di risarcimento, il trasloco dell’ufficio, la stanchezza della settimana, il fatto che sono uno Scorpione (cit. Francesca).
Già la giornata non era iniziata bene: ieri, nel fare gli scatoloni, mi sono rotta le unghie di entrambi i pollici e, dopo non averle tagliate, quella del dito destro mi si è strappata, creando un dolore indescrivibile, tanto che poi stamattina ci ho messo tantissimo x prepararmi e sono arrivata in ritardo all’appuntamento del car pooling. Fortunatamente non è un gruppo di persone che spicca x puntualità e ci tolleriamo abbastanza. Ho parcheggiato da Elisa e quindi il trasporto del cartone di oggi è stato più faticoso, vista la strada in più, per poi vedere che di fianco al palazzo comunale ci sarebbe stato un sacco di posto x parcheggiare – almeno non l’ho messa a pagamento come ieri: ma il trucco è: non piangere x le monete che spendi, ma sorridere x il guadagno netto dalla multa (€41multaperdivietodisosta – €3costodidueore’sticazzidueore = €38risparmiati) – arrivata tra i sorrisetti delle persone perché giro con dei cartoni: probabilmente il trasloco a loro non tocca . . . e questo mi preoccupa ancor di più . . . xchè vuol dire che lo farò da sola . . .
ma oggi alle 13.00 sono fuggita perché avevo il pranzo con il car pooling dal nostro adorato Furnasön: mangiato e bevuto bene come sempre, poi sono andata dai miei e Santa Lucia era passata ieri notte x me (si vede che non sa che ho cambiato indirizzo).
La mia organizzazione del venerdì sera poi in realtà non ha funzionato, si vede che senza Elena sono un po’ persa.
“che si dice: stasera mi divanizzo o qualcuno mi offre una valida alternativa?”
macchè!
eh divano fu.