@ Francy’s

D’estate ci si dimentica che poi, cambiando la stagione, arriveranno ghiaccio, neve e nebbia.
Quando a luglio Francesca è venuta a trovarmi da Modena ci siamo salutate pensando che ci saremmo viste a breve.
Decisamente le volte in cui vado io a trovarla sono numericamente di più, ma le sue visite sono, x così dire, “di qualità”. E’ venuta lei quando studiavo come un’ossessa per il concorso, è venuta lei quando mi sono sposata, è venuta lei quando avevo appena preso casa e adesso che sono poco mobile x via della mobilità di Massimo: sapendo che lui è a casa mi dispiace di + lasciarlo da solo.
La sua caratteristica principale è sicuramente l’ospitalità mista a una buona disorganizzazione. E’ a causa del numero consistente degli imprevisti che lei sempre ha che ho potuto conoscere e stringere dei legami di amicizia anche con i suoi amici che sono parimenti ospitali, ma molto meno disorganizzati e quindi un po’ più affidabili. Come in vacanza in Puglia o come quando ero nella piscina della casa di suo padre, da sola.
Quando mi aveva lasciato Andrea volevo trasferirmi definitivamente a Modena. Ma non è la storia di oggi.
Il viaggio di ritorno del venerdì, quando sono in macchina da sola, lo impiego di solito per chiamare le persone. Erano già un paio di venerdì che la chiamavo con l’idea di organizzarmi di andarla a trovare e mi invita x una cena in compagnia x domenica sera, anche con Massimo.
Tornata a casa gliel’ho chiesto, pensando che mi avrebbe detto di declinare l’invito e invece, inaspettatamente mi ha detto di sì.
Ovviamente sono stata insultata tutto il viaggio dal mio consorte x aver scelto la prima serata nebbiosa della stagione.
Ma poi la serata là è andata bene: c’era Fabio che fa sputtanare dalle risate, ho conosciuto la sua fidanzata Silvia,c’era Agnese che ha apprezzato molto la coppa (n. d. r. la coppa me l’aveva chiesta il suo ex “tanto abbiamo l’affettatrice”, peccato che andatosene via di casa se l’è portata via, l’affettatrice…) anche se se l’è dovuta tagliare con la coltella, c’era Matteo che loro stessi non vedevano da anni, con la fidanzata Karin e sì lui l’avevo già conosciuto “ma sembri un po’ Balasso!te l’avevo detto anche l’altra volta?!” peccato che qualcuno abbia voluto precisare che Balasso è veneto … e poi Tarzan. Mi hanno comprato addirittura i Fanciullotti.
Il ricordo del terremoto x loro che l’hanno vissuto così da vicino è ancora forte e quindi ne hanno ancora parlato.
Francesca è sempre un punto di riferimento importante: abbiamo persino parlato dei DSA che lei da maestra, mi ha dato un buon punto di vista.
E poi il consiglio profetico: cambia lavoro finché non hai ancora avuto dei problemi grossi.
Ovviamente l’unico consiglio che seguo è quello del Liga: “se volete un consiglio: non accettate mai consigli” e quindi non ho presentato alcuna lettera di dimissioni.
Oggi 10 dicembre 2013, richiesta di risarcimento all’azienda x una cifra che non riesco nemmeno a scrivere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...