gomme invernali

Logo_BRIDGESTONE_copia[1]

Gli scorsi anni, con la scusa che la mia Peugeot 206 iniziava a diventare vecchiotta, non mi sono certo sognata di acquistare e far montare le gomme termiche. Durante le nevicate la mia macchinina se ne stava tranquilla in garage fino a che la neve non si scioglieva dallo scivolo e mi spostavo a piedi, in pullman, in treno.
Ricordo nevicate leggendarie che mi hanno permesso di uscire con le amiche al venerdì sera con i miei Moon Boot rosa, oltre alle mie passeggiatine mattutina di 20/25 minuti x andare in stazione a prendere il treno. Ricordo anche tutti gli accidenti nell’aspettare i pullman bloccati chissà dove.
Ormai i miei colleghi hanno capito che mi presento al lavoro lo stesso, nonostante le supernevicate e non è più così divertente come prima.
La procedura era: mi guardano stupiti, si guardano tra loro, confabulano e i più coraggiosi mi chiedono con aria di compatimento: “ma come hai fatto a venire oggi?” E ci voleva tutta la mia finta calma x non rispondere in modo beffardo, ma limitarmi alla verità: “in treno”.
Poi hanno soppresso il treno del ritorno. Cioè lo hanno sostituito con i pullman (sostitutivi, appunto).
E lo scorso anno con il delirio del car pooling si è deciso di andare comunque in macchina.
E’ così che il 7 dicembre 2012 ho sfanculato definitivamente la mia macchinina: tornando da cremona durante una nevicata, senza le gomme invernali, sovrautilizzando la frizione prima – seconda – prima x tutti quei cazzo di 33Km che mi separano da casa.
Quest’anno auto nuova che rimarrà in garage quando nevica, l’ho già comunicato al resto del comitato, visto anche il ricordo dello scorso anno della mezz’ora in tangenziale.
Però ho trovato corretto far montare le gomme.
Massimo si era informato sui preventivi e siamo andati nel posto che ci sembrava un po’ meno caro, tra l’altro senza la prenotazione, quindi piuttosto comodo.
Ho trovato curioso che però proprio quelle che avremmo scelto non c’erano. Cioè ne erano rimaste 2 perché proprio oggi ne avevano montate 8. Curioso che arrivino a due a due e non a quattro a quattro.
Cmq ho preso le Bridgestone e sono stata contenta del servizio: il gommista era addirittura estasiato dalla mia ibrida, come dargli torto?
Nell’annata in cui abuso di Beautiful ho trovato anche simpatico che nel nome delle gomme ci sia la parola Bridget…
Nel tornare a casa ho prenotato la grotta di sale e ho potuto fare merenda! che è un’altra delle cose che mi manca lavorando via.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...